UNA INDISCREZIONE AL GIORNO... BEYONCÉ

A Udaipur, Beyoncé si è esibita alla festa prenuziale di Isha Ambani e Anand Pirama. Il padre della sposa, Mukesh Ambani, è direttore delle Reliance Industries, ha un patrimonio personale di 47 miliardi di dollari ed è l’uomo più ricco d’India e il 19esimo del pianeta per Forbes; il padre dello sposo, Ajay Piramal, ha una fortuna di 5,4 miliardi di dollari. Non si sa quanto sia stata pagata Beyoncé, si sa però che alle nozze, che si celebreranno domani, parteciperanno tra gli altri Arianna Huffington e Hillary Clinton. L’invito alle nozze è un cofanetto decorato con all’interno collane e pietre preziose del valore di 300 mila rupie, circa 3.600 euro (Muglia, dal Corriere della Sera)

OGGI VI DICO CHE... IL MISTERO DEL CALCIO

“Il calcio ha le sue ragioni misteriose che la ragione non conosce.” (Osvaldo Soriano)

“Il capocannoniere di un campionato è sempre il miglior poeta dell’anno.” (Pier Paolo Pasolini)

“L’imprevisto non è l’impossibile: è una carta che è sempre presente nel gioco.”(Comte de Belvèze)

“Per un tifoso ci sono molte più terre inesplorate in un campo da calcio che in ogni altro angolo del mondo. E ogni partita è un viaggio alla scoperta di qualcosa di mai visto.” (Fabrizio Caramagna, scrittore)

“Nel calcio tutto è complicato dalla presenza della squadra avversaria.” (Jean-Paul Sartre, filosofo francese)

ATTUALIZZANDO... SORPRESE ALL’ ULTIMO ISTANTE

Lo sappiamo da tempo: l’imprevedibilità é il sale del gioco del calcio, che senza il sale sarebbe sciapo e molto noioso. Il campionato italiano ne è la dimostrazione. Perfino il cammino della Juventus lo conferma: ha vinto 14 partite su 15, non ha mai perso, ne ha pareggiato una sola, a Torino con il “mio” Genoa, una delle squadre meno forti. Proprio così: il vecchio Grifo è stata, finora, l’unica squadra imbattuta di fronte ai campionissimi dominatori nel torneo!

LE DUE SQUADRE ROMANE...

Sabato e domenica, poi, è stato il festival del l’imprevedibilità, dapprima le sorprese tra Sassuolo e Fiorentina: 3-3, sei gol nell’ultima mezz’ora e il pareggio dei toscani (ch’erano in svantaggio 3-1) è arrivato al 96’. Ma il record incredibile di imprevedibilità è stato raggiunto grazie alla Roma e alla Lazio. Quante affinità, quante coincidenze!

 

 

ULTIMO E FATALE SECONDO...

Due squadre romane. Tutte e due strafavorite: la Roma in Sardegna contro il Cagliari, la Lazio a Roma contro la Sampdoria. Tutte e due in vantaggio fino all’ultimo secondo. Tutte e due in superiorità numerica, per le espulsioni: la Roma (che vinceva 2-0 fino a dieci minuti dalla fine) addirittura in undici contro nove, la Lazio in undici contro dieci. E tuttavia tutte e due hanno visto sfumare la vittoria all’ultimissimo istante: la Roma da 2-1 a 2-2, la Lazio anch’essa da 2-1 a 2-2... perfino lo stesso punteggio come estrema coincidenza!

IL MIO GENOA...

Infine il “mio” Genoa. Abusando (e chiedo scusa) della pazienza dei lettori, avrò scritto cento volte che sono un suo passionale tifoso. E ora temo che retrocederà in serie B. E del disastro sarà responsabile solo il presidente, Enrico Preziosi. Avevamo una squadra forte. Ha licenziato, dicono per antipatia, Dario Ballardini, che stava navigando benissimo in classifica. Poi ha richiamato Ivan Juric, che aveva licenziato già due volte. Infine ha licenziato ancora Juric e ha assunto Cesare Prandelli, l’allenatore che dal 2010, in Nazionale e dovunque, ha collezionato solo grandi sconfitte. Poveri noi (genoani)!

cesare@lamescolanza.com


UNA INDISCREZIONE AL GIORNO... I GILET GIALLI, QUARTO PARTITO

Alle Europee i gilet gialli prenderebbero il 12%.
Dopo il terzo sabato di proteste in Francia, con 136 mila persone in strada e 1.220 arresti, secondo un sondaggio Ipsos pubblicato da Le Journal du Dimanche se si presentasse alle elezioni europee il movimento dei gilet gialli prenderebbe il 12% dei voti diventando il quarto partito francese, togliendo consensi soprattutto a Marine Le Pen (estrema destra) e in misura minore a Jean-Luc Mélenchon (estrema sinistra). Intanto i servizi di informazione francesi stanno indagando sul ruolo dei social network legati a paesi stranieri che potrebbero aver tentato di amplificare la mobilitazione dei gilet gialli. Il ministro degli Esteri Le Drian ha invitato Trump, che negli ultimi giorni aveva commentato le manifestazioni, a farsi gli affari suoi: «Noi non ci immischiamo nei dibattiti americani, lui ci lasci vivere la nostra vita di nazione». (Da Anteprima, di Giorgio Dell’Arti).

OGGI VI DICO CHE... L’IMPREVEDIBILITÀ

L’inaspettato rende più grave il peso delle sciagure; né c’è uomo che non si addolori maggiormente per una calamità che lo stupisce. Perciò niente ci deve giungere imprevisto. Dobbiamo preparare l’animo a tutto e pensare non a quello che accade normalmente, ma a quello che potrebbe accadere. (Lucio Anneo Seneca)

Non troverai mai la verità se non sei disposto ad accettare anche ciò che non ti aspetti. (Eraclito)

C’è qualcosa di peggio dell’imprevisto… le certezze! (Daniel Pennac)

Le cose migliori della vita sono quelle impreviste – perché non c’erano aspettative. (Eli Khamarov, scrittore russo)

C’è un solo tipo di shock peggiore rispetto all’imprevisto: il previsto per il quale ci si è rifiutati di prepararsi.
(Mary Renault, scrittrice britannica )

ATTUALIZZANDO... DI BATTISTA IN GILET GIALLO

Secondo Alessandro Di Battista «le richieste dei Gilet gialli sono sacrosante, così come sacrosanta è la loro battaglia contro questa stramaledettissima globalizzazione» e «credo che il M5s debba dare il massimo supporto a questo movimento di cittadini francesi che chiede diritti, salari giusti, la fine dell'impero delle privatizzazioni e il controllo della finanza da parte degli Stati». (Da Anteprima)

 

 

MACRON E I SONDAGGI

A Parigi, tra oggi e domani, è atteso il discorso del presidente Emmanuel Macron che, dopo l’ennesima protesta dei Gilets jaunes, annuncerà nuove misure per chiudere la crisi. Intanto all’Eliseo Macron riceverà i presidenti del parlamento e i capi dei sindacati.Secondo un sondaggio pubblicato ieri da Le journal du dimanche se i gilets jaunes lanciassero una propria lista per le europee raccoglierebbero il 12% dei voti, diventando così il quarto partito in Francia. Attualmente al primo posto c’è la lista di La Republique en Marche (21%), al secondo il Rassemblement National di Marine Le Pen (14%) e infine i Verdi di Europe Ecologie (13%).

LA GUIDA MICHELIN DEI POVERI

A Roma la Comunità di Sant’Egidio presenta la Guida Michelin dei poveri, la ventinovesima edizione di Dove mangiare, dormire, lavarsi, 259 pagine di indirizzi utili ai senzatetto.Stando all’Istat in Italia ci sono 51mila clochards, lo 0,2% della popolazione residente. Nell’85% dei casi sono di sesso maschile, con un’età media di 44 anni. Il 58% di loro è straniero e si trova prevalentemente al Nord (56%). La città con più senzatetto è Milano che ne ospita 12.004, seguita da Roma con 7.700, poi ci sono Palermo (2.887), Firenze (1.992), Torino (1.729), Napoli (1.559) e Bologna (1.032). La perdita del lavoro e la separazione dal coniuge o dai figli sono gli eventi più rilevanti di un percorso che porta alla condizione di senza dimora. Tra gli italiani gli istruiti sono il 26,9%.Domanda ragionevole: se i poveri non hanno soldi, come faranno a procurarsi la Guida Michelin dei poveri?

L’OMAGGIO A MARCONI IN VATICANO

10 DICEMBRE 2018 ore 17.00 c/o Sala Marconi Radio Vaticana Piazza Pia 3 Città del Vaticano

Nella Sala Marconi di Radio Vaticana a Roma la presentazione del libro Dopo Marconi il diluvio di Gabriele Falciasecca con l’intervento della Principessa Maria Elettra Marconi, che racconterà il padre Guglielmo. Aspetto imprevedibile: mi è stato concesso l’onore di coordinare l’evento, me la caverò?

cesare@lamescolanza.com


UNA INDISCREZIONE AL GIORNO... VITTORIO SGARBI, ANNA TATANGELO

“Oggi una donna è scopabile fino a settant’anni. Io nel 1978 stavo con una signora di 37 anni e passavo per un gerontofilo. Oggi potrei amare Fanny Ardant” (Vittorio Sgarbi a Luca Telese, Panorama).

Anna Tatangelo ha confessato che «per stare bene devo fare l’amore almeno tre volte a settimana». In un’intervista a Le Iene ha ricordato anche la sua prima volta: «Fu in macchina, in un parcheggio. Avevo detto a mia mamma che dormivo da un’amica». (Da Anteprima)

OGGI VI DICO CHE... L’INDISCREZIONE

"Quando l'indiscrezione è a fin di bene, un gentiluomo non deve ritrarsene."
(Luigi Pirandello)
"La discrezione è una virtù; l’indiscrezione, un piacere."
(Roberto Gervaso)
"Non esistono due uomini al mondo che una indiscrezione diabolicamente escogitata non possa far diventare nemici mortali."
(Hugo von Hofmannsthal, scrittore e poeta austriaco)
"L'onnipresenza di Dio è un segno evidente della sua indiscrezione."
(Wilhelm Mühs, giornalista tedesco)

 

ATTUALIZZANDO... SOLO INDISCREZIONI PER IL VOSTRO WEEK END

Oggi cambio formula, per il mio diario. Non vi propongo una sola indiscrezione, ma solo ed esclusivamente indiscrezioni. Oddio, non sono solo vere indiscrezioni, anche notizie e opinioni. Qualche momento di leggerezza, nel vostro week end.

 

 

DA GALLIANI A GENTILONI

“Il parlamentare più ricco è il senatore di Forza Italia Adriano Galliani, con un’imponibile 2017 di 10,6 milioni di euro. Segue un altro senatore di Forza Italia, Niccolò Ghedini, con 2,1 milioni. Dalle dichiarazioni, risulta tra l’altro che Pier Ferdinando Casini (130.526 euro) investe i suoi risparmi in poche centinaia di azioni di multinazionali tedesche come Daimler o Allianz, mentre Paolo Gentiloni (123.130 euro) ha un pacchetto di azioni del valore di circa 300.000 euro tra Eni, Enel, Total, Campari, Luxottica, Amazon ed Expedia (Tecce, Il Fatto quotidiano)

 

PAPA FRANCESCO...

Per spiegare le incredibili innovazioni dell’attuale pontefice, ho scritto più di una volta che Francesco mi sembra mosso da un desiderio umano legittimo, tanto ambizioso quanto inquietante: forse non gli basta essere il capo della Chiesa cattolica, ma vuole diventare il leader riconosciuto di tutte le religioni. A pensar male si fa peccato, ma spesso ci si azzecca - diceva Andreotti. Andreottianamente penso che quanto segue vada nella direzione delle mie malizie. Papa Francesco andrà negli Emirati...
“La prima volta di un Papa negli Emirati Arabi Uniti. Francesco, dal 3 al 5 febbraio prossimi, parteciperà a un Incontro interreligioso internazionale ad Abu Dhabi, accogliendo l’invito rivoltogli sia dalla Chiesa cattolica del Paese sia dallo sceicco Mohammed bin Zayed Al Nahyan, principe ereditario della capitale del Golfo Persico. L’incontro è dedicato alla Fratellanza Umana, tema cardine del lavoro ecumenico promosso da Bergoglio. “Fammi canale della Tua pace” è il motto scelto.” (Rodari, Repubblica).

FRA 30 ANNI GUARITI TUTTI I TUMORI

“Il Nobel Honjo: i tumori sconfitti con l’immunoterapia. Entro trent’anni tutte le forme di tumore potranno essere sconfitte con l’immunoterapia, ossia utilizzando le difese del sistema immunitario come armi contro le cellule malate. Lo ha dato per sicuro il Nobel per la Medicina 2018 Tasuku Honjo, incontrando la stampa a Stoccolma.

 

 

MATTEO RENZI FONDA UN SUO PARTITO?

“... Il rischio di Renzi è di ripetere, spostandola a destra, l’esperienza modesta di Liberi e Uguali. Infatti non abbiamo di fronte un personaggio fresco e imprevedibile, portatore di idee da scoprire, bensì un politico sconfitto in cerca di rilancio” (Stefano Folli, Repubblica)

 

 

 

IL MESSAGGERO DI SANT’ANTONIO LICENZIA...

“ll Messaggero di Sant’Antonio licenzia tutti i giornalisti. Senza preavviso, i frati della Basilica di Padova hanno licenziato gli otto giornalisti che lavorano al Messaggero di Sant’Antonio, rivista nata nel 1898 e fra i periodici più letti al mondo. Motivo dei licenziamenti: i conti in rosso, con 2,7 milioni di perdite nel 2017 e 10 milioni nell’ultimo quinquennio. Sembra tuttavia che il mensile non chiuderà, ma non è ben chiaro chi ne scriverà i contenuti.”Commento della Federazione nazionale della stampa: «I frati della Basilica di Sant’Antonio si sono dimostrati fra i peggiori padroni editoriali di sempre» (Polese, Corriere della sera)

VANESSA INCONTRADA, QUANT’È DESIDERABILE!

“Direi che rappresenta la tipica donna burrosa, che ispira desideri e fantasie. Almeno, a me - confesso - li ispira. Perché c’è anche chi, in passato, sui social l’ha criticata per le sue forme generose. Per questi stupidini, serve rammentare la battuta di Califano: «Preferisco due chili in più che due etti in meno».

 

 

 

cesare@lamescolanza.com


Vai ad editoriali meno recenti…