RICORRENZE... NATI IL 18 NOVEMBRE

Attilio Bertolucci, Stefania Giannini, Kirk Hammet, Amanda Lear, Anna Marchesini, Aldo Montano, Gio Ponti, Vittoria Puccini, Santorre di Santarosa
MORTI: James Coburn, Ippolito Pindemonte, Marcel Proust, Man Ray.

 

 

UNA INDISCREZIONE AL GIORNO... VITTORIO DE SICA A CHRISTIAN

“Consigli di Vittorio De Sica al figlio Christian: mai ridere delle proprie battute, mai tenere le mani in tasca, mettere un’ombra di grigio sulle palpebre prima di entrare in scena” [Ravarino, Il Messaggero].

 

 

UN SORRISO... LACUNE

“Passa la gloria del mondo, senza gloria, senza mondo, senza un miserabile panino alla mortadella”
(Roberto Bolaño)

 

 

 

OGGI VI DICO... LA SOTTOVALUTAZIONE

“Non sarà mai vinto colui che saprà essere saggio e valutare a fondo le cose anche nei momenti di euforia.”
(Tito Livio)

“Chi non fa valere le buone ragioni dell’avversario, mostra di avere o un intelletto debole per natura, o represso dal dominio della propria volontà, quindi indirettamente debole.”
(Arthur Schopenhauer)

“Solo un pazzo potrebbe sottovalutare un uomo che ha nulla da perdere.”
(Lance Conrad)

“Sii educato e generoso, ma non ti sottovalutare.”
(Oliver Wendell Holmes)

“A volte ho l’impressione che Dio, nel creare l’uomo, abbia in qualche modo sopravvalutato le Sue capacità.”
(Oscar Wilde)

ATTUALIZZANDO... PIERO CHIARA

Piero Chiara non ebbe il Premio Nobel perché non era ‘sinistro’, ma liberale da sempre. A mio parere é stata una vera ingiustizia non premiarlo, ma gli ammiratori di Piero possono consolarsi: nel tempo il prestigioso marchio di Stoccolma ha perso gran parte della sua credibilitá (forse da sempre immeritato).

 

 

DELEDDA SÌ, MERINI NO...

Per quanto ci riguarda... Come si fa a premiare Grazia Deledda e non Alda Merini? Dare il premio a Salvatore Quasimodo prima che a Eugenio Montale? A Dario Fo e non a Totò, o a Leonardo Sciascia o, appunto, a Chiara?
E così via, l’elenco è lungo.
Forse conoscete Mauro della Porta Raffo per la sua fama di colto studioso della storia degli Stati Uniti (direi il più grande, nel mondo). Mauro era un amico di Chiara, tutti e due amanti e protagonisti della meravigliosa vita di provincia italiana: compagni nei giochi di carte e di biliardo, di bevute, di scherzi e goliardate...

Il PARERE DI MAURO DELLA PORTA

Sul mio disappunto per il Nobel mancato, Mauro mi ha detto: “Il Nobel è una questione politica, fin dall’inizio. Mai dato a Leone Tolstoi (!!!) al quale furono preferiti emeriti sconosciuti. Fu assegnato per sbaglio a Ernest Hemingway, scambiato per ‘sinistro’ ed invece esempio vivente di una Indipendenza intellettuale che nessuno da quelle parti ha mai posseduto. Non è stato dato a Norman Mailer. Ad infiniti altri (i veri Grandi della Letteratura sono tutti di destra). È stato dato al mediocre Dario Fo - vecchio repubblichino diventato comunista - facendo inorridire Harold Bloom. Piero Chiara era liberale (anche ai tempi del Fascio) e quindi...”.

IL SINISTRISMO HA ROVINATO ANCHE IL NOBEL

Non so se sia così, forse i giudici svedesi della letteratura per ignoranza non conoscevano il talento, la fantasia e la qualità di scrittura dell’autore di “Il piatto piange” e “La stanza del vescovo”, “Il cappotto di astrakan”, “Il pretore di Cuvio”... Ma la spiegazione di Raffo è fondata e verosimile: un certo rovinoso sinistrismo, miope e bieco, ha insidiato anche il Nobel.

 

 

cesare@lamescolanza.com


RICORRENZE... NATI IL 15 NOVEMBRE

Daniel Barenboim, Gesualdo Bufalino, Sergio Cammariere, Giucas Casella, Roberto Cavalli, Mia C’eran, Paulo Dybala, Eder, Giorgio Manganelli, Erwin Rommel, Francesco Rosi, Antonella Ruggiero.
MORTI: Edoardo Agnelli, Giovanni Keplero, Achille Lauro, Moira Orfei.

 

UNA INDISCREZIONE AL GIORNO... I CANI E IL NOSTRO ODORE

I cani sono in grado di comprendere dall'odore lo stato d'animo del loro padrone e reagire di conseguenza. A seconda delle emozioni provate, infatti, il corpo produce particolari secrezioni che gli uomini non rilevano, ma i cani sì. Inoltre riescono a capire le varie fasi della giornata e sono estremamente regolari con i propri orari, pur non avendo la percezione reale del tempo.

 

 

UN SORRISO... NON SANNO LEGGERE

Ho smarrito il mio cane e non so come fare... - Metti un annuncio sul giornale! - Ci avevo già pensato, ma lui non sa leggere...

 

 

 

OGGI VI DICO... ABBANDONARE UN CANE

"I cani amano gli amici e mordono i nemici, a differenza degli uomini, che sono incapaci di amore puro e devono sempre mescolare amore e odio nelle loro relazioni con l’oggetto."
(Sigmund Freud)

"Se raccogliete un cane magro e affamato e lo rifocillate, non vi morderà. Questa è tutto la differenza tra un cane e un uomo."
(Mark Twain)

"Fissa il tuo cane negli occhi e prova ancora ad affermare che gli animali non hanno un’anima."
(Victor Hugo)

"Quando si sceglie di vivere con un cane, è per sempre. Non lo si abbandona. Mai. Mettetevelo bene in testa, prima di adottarne uno." (Daniel Pennac)

"La grandezza di una nazione e il suo progresso morale si possono giudicare dal modo in cui tratta gli animali."
(Mahatma Gandhi)

ATTUALIZZANDO... SPLENDIDO CUCCIOLO DEL MISSISSIPPI

Il cucciolo ritrovato per le strade di Jackson, nel Mississippi, presenta una seconda coda sulla fronte.
I veterinari che lo hanno visitato assicurano che non c'è motivo per rimuoverla, dato che non crea problemi al piccolo, un cagnolino di dieci settimane, abbandonato dai suoi proprietari. Probabilmente per quella seconda codina che spunta in mezzo alla sua fronte.

 

NARWHAL, UN UNICORNO

Il cucciolo — ritrovato a Jackson, nel Missouri — è stato accolto dai volontari di «Mac the pitbull», un centro di soccorso per animali, che gli hanno dato il nome di Narwhal, dal nome dei Monodon monoceros, tra i cetacei più misteriosi dell’Artico che hanno affascinato esploratori per centinaia di anni. Si tratta di creature simili al beluga, con la peculiarità di avere un dente, simile a una vite, con avvolgimento da destra verso sinistra, nella forma tipica che ha dato origine al mitico unicorno.
Ribattezzato cane «unicorno», il piccolo «messo in salvo dal freddo, non ha dolori e gioca per ore», ha raccontato alla Bbc Rochelle Steffen, che gestisce «Mac», che prende il nome da un pitbull terrier salvato sette anni e mezzo fa. «Negli anni abbiamo accolto decine di cani che per lo più avevano bisogni speciali - deformità, schisi, traumi —con l'unico obiettivo di dare loro una seconda possibilità».

 

 

cesare@lamescolanza.com


RICORRENZE... NATI IL 14 NOVEMBRE

Luigi Calabresi, Carlo principe di Galles, Tina Cipollari, Michele Cucuzza, Carlo De Benedetti, Stefano Gabbana, Carlo Emilio Gadda, Joseph McCarthy, Claude Monet, Vincenzo Nibali, Paracelso, Max Pezzali, Condoleezza Rice, Nicola Savino, Francesco Schettino.
MORTI: Giovanni Della Casa, Giustiniano, Friedrich Hegel, Gottfried, Wilhelm Leibniz.

 

UNA INDISCREZIONE AL GIORNO... SMARTPHONE, PENSACI TU

Un gruppo di ricercatori cinesi ha messo a punto un nuovo dispositivo in grado di inviare allo smartphone avvertimenti quando il cibo che si sta per mangiare è avariato

 

 

 

UN SORRISO...

Non si finisce mai d'impanare” É un libro che raccoglie le più divertenti, sagge, stupide parole mai dette sulla maggiore ossessione contemporanea, il cibo.
Leggetele, capirete, per esempio, che è inutile ammazzare un tacchino per l'anniversario di nozze, non è mica colpa sua.”

 

 

OGGI VI DICO... I CIBI AVARIATI

“Delle buone torte di mele sono una parte considerevole della nostra felicità domestica.”
(Jane Austen)

“Molti eccellenti cuochi si rovinano nel tentativo di diventare artisti.”
(Paul Gauguin)

“Tutta la storia umana attesta che la felicità dell’uomo, peccatore affamato, da quando Eva mangiò il pomo, dipende molto dal pranzo.”
(Lord Byron)

“Uno non può pensare bene, amare bene, dormire bene, se non ha mangiato bene.”
(Virginia Woolf)

“Meno le persone sanno di come vengono fatte le salsicce e le leggi e meglio dormono.”
(Otto Von Bismarck)

ATTUALIZZANDO... LA MUFFA

Sapete cos’è la muffa? Troppi programmi in tv di cuochi, cucina e diete, e mai una notizia utile!
Scommettiamo che, nonostante i numerosi programmi televisivi sulla cucina e sulle diete, della nostra alimentazione quotidiana sappiamo ben poco? Non sono il solo a detestare quelle predichette in video.
Ad esempio Pippo Baudo, uno che della televisione è indiscutibilmente maestro, ha detto a Renato Franco (Corriere della sera) che non sopporta i programmi di cucina in tv. Motivo: “Si mangia a tutte le ore e i programmi sono tutti uguali”.

IN TIVU MAI UNA NOTIZIA UTILE

Aggiungerei una critica specifica: ai telespettatori non viene mai comunicata qualche notizia utile! Vi propongo un esempio: le muffe! Ne sono (quasi) terrorizzato da quando ero bambino, e nonni e zie facevano discorsi minacciosi e allarmistici. Ma al di là delle mie paure, chi sa - sinceramente - cosa sia la muffa? Mi sono documentato e vi riferisco.

 

LA MUFFA CI HA FATTO DEL BENE!

Innanzitutto, è una parola sbrigativamente massacrata.
É grazie alla lavorazione del lievito se possiamo mangiare pane, e bere vino e birra, oppure gustare formaggi pregevoli come i nostri gorgonzola e il blu di capra o il francese Roquefort (contengono proprio all’interno della loro pasta intere colonie di muffe). E anche la penicillina, l’antibiotico che ha sgominato molte malattie una volta fatali, è stata scoperta proprio a partire da una muffa, la “Penicillium Notatum”.

 

 

POCHI RISCHI. A VOLTE INSIGNIFICANTI

Ma eccomi ai rischi... Innanzitutto, nella maggior parte dei casi, una piccola porzione di muffa sugli alimenti non dovrebbe portare danni, salvo che a individui allergici. Tuttavia i cibi umidi, ovvero la frutta, le salse e i formaggi, non dovrebbero essere consumati se ammuffiti, neppure eliminandone la parte sciupata. E così per i prodotti da forno. Al contrario i cibi compatti - carote, formaggi a pasta dura, insaccati stagionati - si possono mangiare tranquillamente: basta eliminare, semplicemente, la parte muffita.

cesare@lamescolanza.com


Vai ad editoriali meno recenti…